Tag

, , , ,

Strangers in the nightEra già la terza volta in un mese che quell’uomo passava quasi tutto il pomeriggio nella camera a ore insieme a Nora. Dopo aver fatto l’amore, con una passione di rara memoria, Lui (non le aveva ancora rivelato il nome), passava il resto del tempo a raccontarle la propria vita senza tralasciare i benché minimi particolari. Oramai non si poteva dire che fosse un estraneo. Era come se Nora fosse stata eletta a confessore della sua vita, cosa che tutto sommato non le dispiaceva; anzi. Aveva accettato di buon grado questo “secondo” ruolo.

Da troppo tempo la sua esistenza apparteneva alle mura delle camere d’albergo e quest’uomo, questo amante, rappresentava per lei un alibi di nuova vita.

(Strangers in the night, Jack Vettriano)

Annunci